delibera.png

Eravamo molto indecisi se pubblicare o meno questo articolo. In quanto si tratta di cose che per noi sono importanti in quanto sono inerenti alla trasparenza amministrativa, ma è pur vero che poi ci si dice ah ma sono ben altre le cose importanti. E siamo d’accordo ma siccome per noi pure la forma è sostanza si rischia per quelle che sono sciocchezze a inficiare tutto un atto, anzi proprio perché sciocchezze dovrebbero essere fatte senza errori o portare a dubbi.

Ci riferiamo nello specifico alla delibera n°74 dell’11 luglio 2019 pubblicato all’albo il giorno 17.07.2019.

Come detto non trattasi di contenuto che anzi è encomiabile e rimandiamo a questo link per chi ne voglia saperne di più https://www.progettoplus.it/

Ma a leggere la delibera subito agli occhi arriva la netta mancanza di trasparenza:

Cominciamo con il fatto che è scritto vista la nota n°………… e poi manca il numero e poi manca anche la data. Quindi non sappiamo quando la UILDM ha richiesto la disponibilità ad ospitare il progetto.

Non sappiamo questo provvedimento se è passato all’unanimità dei presenti o meno in quanto alla voce votazione vi è una linea retta tipo encefalogramma piatto, però sappiamo che è stata resa per alzata di mano.

Ci viene dato sapere che sono stati acquisiti i pareri tecnici, però non si conosce chi sia il responsabile del settore di regolarità tecnica in quanto non è riportato il nome. Invece è riportato il nome del responsabile che ha dato il parere contabile -il rag. Vincenzo Trusio- ma notiamo curiosamente senza firma e timbro.

Poi c’è lo schema di accordo di adesione in partenariato ma non è completato e non se ne capisce il motivo e poi alla fine si legge un Padova, immaginiamo si tratti di un banale copia-incolla e ancora sono riportate le diciture de i soggetti ospitanti e promotori con tanto di timbro e firma, ma anche questi vuoti.

Ora le nostre domande sono queste: ma sta delibera è valida così posta? Era così difficile fare una delibera già bella è fatta riempendo tutti gli spazi? Siamo certi che vi è la regolarità tecnica? Chi dovrebbe accertarla visto che manca il nome del responsabile? Visto che manca la firma il rag. Trusio, questi ci dà conferma della bontà della regolarità contabile? La votazione è stata unanime? Il protocollo della richiesta della UILDM? Vedremo mai l’accordo di partenariato sottoscritto come si deve da entrambi i soggetti?

Ci fermiamo qua e ripetiamo, iniziativa lodevole, ma in questo modo si scredita tutto.

testo della delibera: DELIB._G.C._N._74


 

Annunci