foto_Comune_copertina_album_002

Consiglio comunale in Arienzo senza sorprese particolari.

La mozione per modificare l’ordinanza sul piano traffico è stata presentata dal Partito Democratico è stata discussa e come era nelle aspettative respinta. Nonostante in passato qualche esponente dell’UGA aveva pure mostrato il suo interessa a questa modifica, ma poi evidentemente la sopravvivenza dell’esecutivo cittadino ha avuto la meglio. Stesso discorso per la Lettieri un tempo favorevole, almeno così avevamo capito, che ha pure difeso in consiglio l’ordinanza sindacale

Si è passato poi ai punti più importanti di quelli in programma e cioè: riequilibrio e l’assestamento di bilancio e in questo caso è stato Vincenzo Crisci a segnalare delle criticità che se confermate sarebbero davvero incredibili.

In pratica da quello che abbiamo inteso Crisci ha praticamente accusato l’amministrazione comunale che non si pagano i mutui, non si paga la mensa scolastica (possibile che parliamo di cifre superiori a 100mila euro?), addirittura pare non si paghino nemmeno i contributi INPS dei dipendenti comunali che hanno già rinunciato ai buoni pasto. Non sappiamo Crisci come sia arrivato a queste conclusioni visto che dall’amministrazione comunale invece non si riscontrano queste problematiche, ma si sostiene che va tutto bene.

Certo se fosse come Crisci ha dipinto la situazione, saremmo in pieno dissesto finanziario. 

Nicola Zimbardi, che da quel che abbiamo inteso è completamente in accordo con Vincenzo Crisci, tanto da chiedere al sindaco di rinunciare alle indennità visto le criticità economiche e anche al fatto che come detto per le stesse criticità i dipendenti non hanno più i buoni pasto, certo la rinuncia non risolve ma si dà un segnale di carattere etico. La risposta del sindaco Davide Guida è stata picche.

Teniamo presente che come è stato detto in consiglio l’amministrazione però finanzia feste e festicciole.

Inutile dire che l’assestamento e il riequilibro sono passati.

Inutile anche dire che l’opposizione era presente in parte in quanto presenti Cangiano-Medici, mentre era assente Arienzo Bene Comune, con la nota divertente della consigliera surrogante che non è riuscita ancora a surrogare. Non sorprende come detto visto che è da un bel po’ che Arienzo Bene Comune ha deciso di non affondare il colpo su quest’amministrazione e farla sopravvivere il più a lungo possibile, altrimenti immaginiamo sarebbe già caduta da un pezzo.


 

Annunci