assise-arienzo

Consiglio comunale in Arienzo convocato per il giorno 17.07.2019 alle 20 in prima convocazione.

Ci fa piacere notare come l’amministrazione Guida non sia affatto superstiziosa nello scegliere il giorno 17 per il consiglio comunale visto la risicata maggioranza, che basta che un consigliere faccia uno starnuto di troppo per mettere in apprensione tutta l’amministrazione comunale, che è attaccata con del filo di spago.

Tra l’altro i punti all’ordine del giorno sono di carattere economico: assestamento e salvaguardia degli equilibri di bilancio. Sappiamo come l’amministrazione Guida soffra molto questi appuntamenti e vedremo se sarà così anche domani oppure stavolta andrà liscia.

Notiamo però che manca un punto all’ordine del giorno del consiglio comunale arienzano. Infatti il Partito Democratico cittadini, che ha il suo rappresentante in Nicola Zimbardi, aveva presentato una Mozione per la modifica dell’ordinanza del piano traffico e protocollata ai primi di Giugno.

Lo Statuto, ancora non aggiornato, presente nel sito ufficiale del comune non disciplina molto bene questo strumento democratico, il regolamento non esiste sulla pagina e nonostante le nostre reiterate richieste ancora non viene pubblicato e secondo noi se lo so perso a sto punto. Quindi dobbiamo rifarci al Tuel. Il quale stabilisce che le mozioni devono essere discusse entro 30 giorni dalla loro presentazione in consiglio comunale. Ora sono termini ordinatori e non perentori quindi va benissimo anche al primo consiglio comunale pure oltre i 30 giorni, ma non è stata inserita questa mozione. Non se ne capisce il motivo anche perché la mozione non è stata ritirata.

Possiamo fare quindi solo delle speculazioni di carattere politico in quanto non ci pare vi siano altre motivazioni:

  1. Se si discute la mozione e questa passa, il sindaco viene sconfitto in quanto si tratta di una sua ordinanza e quindi sarebbe aperta una vera e propria crisi, l’ennesima. (poco probabile)
  2. Se si discute la mozione e questa non passa, si certifica invece l’allontanamento definitivo del Pd e di Zimbardi in particolar modo e siccome al momento sono diciamo così in “sostegno esterno” passerebbero definitivamente all’opposizione. (molto probabile)

Non riusciamo a capire i motivi che hanno spinto il presidente del consiglio comunale Battisegola a non inserire la mozione, noi speriamo che Zimbardi non si sia accontentato di una spiegazione a voce ma vi sia uno scritto che giustifichi tale motivazione e saremmo curiosi di leggerlo. No perché qua altrimenti siamo ai limiti della sospensione dei diritti dei consiglieri e in pratica ad una sospensione di democrazia.

Non vediamo l’ora di leggere tale motivazione se esiste documento in merito.


 

Annunci