1561118056777.jpg--conte_al_pub_con_merkel_e_macron__grande_abbuffata_o_grande_digiuno_

Settimana curiosa quella appena passata.

Partiamo dall’Europa. Si sono decise, con una procedura orribile e che speriamo venga al più presto superata, le maggiori istituzioni europee. C’era una foto emblematica che mostra Macron, Merkel e Conte discutere attorno a un tavolino con delle birre. Normale. Se non fosse che a quello stesso tavolo c’era un tal Rocco Casalino, un miracolato della politica, uno che pubblicamente ha sostenuto che i poveri gli facevano schifo, che hanno un odore diverso! Immaginiamo quale autorevolezza aveva l’Italia a quel tavolino. Infatti nessuna istituzione europea abbiamo ottenuto. Conte addirittura se n’è uscito con un abbiamo rotto l’asse franco-tedesca, infatti ai maggiori posti in Europa ci stanno una tedesca e una francese! 

Inoltre come presidente del parlamento europeo è stato eletto David Sassoli del Partito Democratico! Ovviamente soprattutto dal lato M5s si è urlato ai poteri forti, complotti e tutto la merda di repertorio cui sono soliti. Anche in questo caso però fanno la doppia morale, perché il M5s in Europa ha provato a prendere la vice-presidenza con Castaldo, impresa disperata visto che il M5s non è in alcun gruppo e non hanno alleanze e poi hey loro sono contro i poteri forti quindi non ci riuscirà mai Castaldo a essere eletto.

Castaldo è stato eletto!

Quindi quando si tratta di avversari, seppur italiani, ci sta il complotto, quando sono loro è tutto lecito. Castaldo ha ottenuto un risultato si può dire storico, visto appunto le premesse di cui sopra. Certo se noi fossimo complottisti avremmo qualche dubbio che sia stata un elezioni senza la manina dei “poteri forti”.

Però dai non è tutto negativo. Infatti ecco che l’Europa ha sospeso la procedura di infrazione contro l’Italia. Non certo per generosità ma in pratica c’è stata un manovra correttiva molto forte, due decimi di Pil, quasi 4 miliardi di euro, tagli ovviamente e sempre nei soliti posti. Ovviamente il governo ha trovato subito un nome fico per far digerire la cosa, quindi dopo pace fiscale, ecco che abbiamo aggiustamento strutturale. 

Sul fronte interno, mentre Salvini sta litigando tra un panzarotto e una frittura di pesce, con tutto il mondo creato, che avendo capito che la Costituzione è superiore ai decreti che portano il nome del leghista, oramai non se lo filano e bellamente le navi Ong entrano in acque territoriali e attraccano dove ritengono opportuno e sicuro.

Però una buona notizia davvero ci sta ed è sul fronte occupazione.

Il tasso di disoccupazione è sceso al di sotto del 10%. Non una notizia così sorprendente in sé in quanto il tasso di disoccupazione sta scendendo da quattro anni a questa parte in maniera costante, ma è aumentato il tasso di occupazione pure qui insomma nella norma,  ma soprattutto sono rimasti stabili gli inattivi. Almeno così dice l’Istat che quando nel passato faceva le stesse analisi era tutto corrotto e fetente, ora invece è autorevole istituto.

 

 

Annunci