fantasma-fantasmi-spiriti.jpg

Ok ok ok ok ci sono cose più importanti di quello che scriveremo in questo articolo: atti vandalici, stipendi non pagati agli operatori ecologici, delinquenza, dissesto, degrado, assalti alle scuole ecc ecc ecc.

E siamo perfettamente d’accordo.

C’è un ma. Le regole. Se una comunità composta da donne e uomini liberi si va a dotare di uno strumento quale lo Statuto comunale per regolare i poteri e i doveri dei propri rappresentanti eletti non è proprio una cosa di poco conto.

Se non si comincia nel rispetto dello Statuto e dei regolamenti non ha il minimo senso poi chiedere ai cittadini il rispetto delle regole che il consiglio comunale va ad adottare.

Allora qual è la nostra critica?

Dunque secondo noi è stato violato l’art. 21 dello Statuto comunale, almeno dal testo che trovasi sul sito ufficiale del comune.

Tornando a noi, lo Statuto all’art.21 stabilisce che il sindaco nomina la giunta e al suo interno un vice-sindaco e poi ne dà comunicazione al consiglio subito dopo il giuramento. Invece questo passaggio sul vice sindaco non c’è stato. Inoltre, alla prima riunione di giunta si è stabilito in violazione dello statuto che il vice-sindaco sarà scelto quando la giunta sarà al completo.

Tradotto significa: i partiti della coalizione si stanno scannando a chi deve essere designato tale.

Il vice sindaco non è una figura di secondo piano sia chiaro, ma sostituisce il sindaco quando questo è impossibilitato temporaneamente a presenziare un incontro o un evento.

Il secondo comma dell’art.29 dello statuto dà comunque una scappatoia e cioè che nel caso di doppio impedimento di sindaco e vice sindaco sia l’assessore più anziano a svolgere le funzioni di sindaco.

Ora mettiamo il caso che a Talanico in questi giorni Giovanni Ferrara fosse stato impedito ad andare, ce lo immaginiamo l’assessore anziano da Casal di Principe, Pignata, fare un discorso alle genti del posto?

La seconda critica riguarda gli assessori.

Siamo al ridicolo. Infatti i neo assessori, tutti esterni, non hanno deleghe!

Anche perché poi vorremmo capire una cosa: gli assessori non hanno deleghe quindi in pratica sono impossibilitati a svolgere il loro compito, ma l’indennità la prendono però!

Quindi abbiamo assessori esterni che sono stati appositamente chiamati a fare qualcosa, ma non si sa che cosa, e non lo sanno ufficialmente manco loro.

Che poi non se ne capisce manco il motivo, cioè è stato chiamato un avvocato, immaginiamo prenderà una delega al contenzioso, è stato chiamato un commercialista, immaginiamo si occuperà del bilancio, poi un presidente di un associazione culturale, immaginiamo si occuperà di quel settore. Ecco allora perché non renderli già operativi nel pieno delle loro funzioni?

I partiti della coalizione si stanno certamente scannando pure sulle caselle rimaste, ma almeno quelle deleghe dovrebbero essere assegnate, oppure questo vuol dire che tutto può essere messo in discussione?

Ci meraviglia come l’opposizione di un partito, seppur padronale, come il Movimento 5 Stelle che da sempre a tutti i livelli è attento agli stipendi dei rappresentanti del popolo e agli sprechi non abbia notato questa piccola incongruenza della maggioranza e del sindaco in maniera particolare. L’opposizione è facile a farla sia chiaro, ma bisogna pure saperla fare.

Come detto vi sono certamente cose più importanti di queste, ma se non si è in grado di risolvere queste diciamo problematiche secondarie, come si possono risolvere le principali!?

Speriamo quindi che la giunta operi al più presto nel pieno delle sue potenzialità.


AGGIORNAMENTO: manco se il sindaco ci avesse letto nel pensiero mentre scrivevamo questo articolo, sembra abbia nominato il nuovo vice sindaco e quindi il nuovo membro della giunta, anche se senza delega. Si tratta di Orlando Savino eletto in CambiaMente. 

Ci fa piacere quindi che il sindaco ha ritenuto come da noi espresso importante la figura del vice sindaco e non abbia atteso oltre.


 

 

 

Annunci