Anna-Cioffi-e1466438102472.jpg

La notizia del giorno è chiaro è la smarcatura di Anna Cioffi dalla maggioranza rimettendo le deleghe fiduciarie assegnatele.

La lettera protocollata, affidata anche ai giornali, parla di impossibilità a proseguire al meglio se non si è nelle condizione di svolgere il suo compito.

Ora non sappiamo precisamente i motivi anche perché fino ad ora non ci era pervenuta nessun distinguo o critica all’operato dell’amministrazione comunale. Quindi queste “dimissioni” da delegata sono alquanto sorprendenti.

Anche se un elemento di insoddisfazione fu forse ravvisabile un anno fa, forse meno, quando vi fu una polemica con il consigliere Moniello riguardante, se la memoria non ci tradisce, della manutenzione idrica in quel di Rosciano.

Ma sembrava un fatto interno tra “colleghi” di maggioranza senza particolari conseguenze.

Quali potrebbero essere allora i motivi?

Proviamo a fare delle ipotesi:

  1. E’ previsto, non si sa quando, un ultimo rimpasto in giunta, potrebbe essere che la Cioffi abbia avuto notizia o abbia compreso che non sarebbe ritornata in giunta e quindi abbia poi agito di conseguenza.
  2. Potrebbe anche essere il non essersi sentita particolarmente valorizzata in questo momento riportando all’esterno il suo lavoro fatto.

Chissà.

Comunque questo gesto ha ed avrà, se non ricucito, delle implicazioni future per quanto riguarda le prossime elezioni che si terranno nella primavera del prossimo anno.

Anna Cioffi a questo punto sembra aver abbandonato Andrea Pirozzi e quindi si guarderà attorno eventualmente per una prossima candidatura.

Non certo questo rappresenta un pericolo per l’amministrazione Pirozzi nel prosieguo della sua azione in quanto subito il fido scudiero Carmine De Lucia dalla finta opposizione ha in pratica criticato la scelta di Anna Cioffi.

Interessante sarà capire se Anna Cioffi farà una dichiarazione di “indipendenza” politica, purtroppo l’anticostituzionale statuto di Santa Maria a Vico non le consente la costituzione di un gruppo.

Addirittura potrebbe anche passare all’opposizione ma al momento e dalla lettera protocollata non è indicata nessuna delle due ipotesi.

Staremo a vedere


 

 

Annunci