calcoli-statistiche-bilancio-890x395_c.jpg

Parliamo ancora di bilancio arienzano, una vera Via Crucis.

In verità al momento ne abbiamo parlato di questo bilancio molto indirettamente, vuoi per le questioni politiche ad esso attinenti, con la smarcatura evidente di Vincenzo Crisci e Nicola Zimbardi del Pd che potrebbero chissà magari pure non rientrare nei ranghi stavolta.

Poi lo abbiamo fatto da un punto di vista giuridico con la pubblicazione e analisi del parere della Corte dei Conti non proprio adulatorio nei confronti di questa amministrazione. Cui poi è seguita una piccola coda su Fb. In pratica il delegato al bilancio Gennaro Battisegola -nonché presidente del consiglio comunale- è riuscito nell’impresa -secondo noi- di dire che il disastro dei conti è dovuto in gran parte al commissario prefettizio. Cioè il commissario è stato in carica tre mesi, forse nemmeno, i commissari in genere vengono chiamati proprio a sistemare i conti quindi ci pare curioso che Arienzo è stato così sfortunato ad aver beccato l’unico così incapace da creare un buco di milioni in tre mesi appena. Tutto può essere, alla fantasia non poniamo limiti.

Ora lo valutiamo un po’ più da vicino codesto bilancio

Deve essere stato un bilancio entusiasmante una specie di miracolo della finanza tanto da far guarire gli ammalati e farli votare a favore. Chissà cosa ha convinto Gioconda Lettieri fulminata sulla via di Damasco.

In base al risultato di amministrazione presunto abbiamo uno schema non proprio idilliaco infatti il risultato di amministrazione presunto dell’anno precedente da un 2.263.859,91€. A questo numero bisogna togliere la parte che deve essere accantonata per varie voci come il Fondo Crediti di Dubbia Esigibilità, il fondo anticipazione liquidità, il fondo contenzioso , tutto ciò ammonta a 6.293.285,20€. Poi  ci sono altri 131.000€ da togliere e arriviamo ad un disavanzo da ripianare di -4.160.425,29€.

Ci pare lontani e parecchio nel tappare sto buco che deve essere fatto in tre anni tramite un piano di rientro.

Di grazia dove è possibile leggere il piano di rientro ordinato dalla Corte dei Conti secondo l’art.188 del Tuel? Quando verrà fatto approvare tale piano dal consiglio comunale?

Come detto è l’ultima volta che scriviamo in merito al bilancio a meno che le forze politiche in consiglio o fuori non vogliano inviarci un loro pensiero in merito.

Intanto riproponiamo per l’ultima volta le nostre domande:

  1. Per quale assurdo motivo al revisore dei conti sono stati consegnati dei dati e al ministero altri riguardanti il bilancio?
  2. Per quale motivo le anticipazioni di cassa non sono state restituite?
  3. In questo bilancio cosa avete posto in atto per soddisfare le richieste della Corte dei Conti?
  4. Al delegato al Bilancio: Non ritiene di aver fallito completamente il suo mandato?
  5. All’opposizione: dormito bene?
  6. Quanto prevedete di recuperare quest’anno dal disavanzo?

Il link sul risultato presunto di amministrazione: TABELLA DIMOSTRATIVA DEL RISULTATO DI AMMINISTRAZIONE PRESUNTO


copertina
Annunci