videosorveglianza_novita

Prima di cominciare questo nostro articolo volevamo fare un piccolo annuncio: ci congediamo per qualche giorno.

Abbiamo bisogno di un po’ di tranquillità per una serie di iniziative che vogliamo intraprendere che nell’ordine casuale sono:

Rinnovare il sito. Vogliamo fare un bel upgrade del nostro sito e magari potenziandolo in modo anche da migliorare l’estetica e perché no pure un pochino la sostanza.

Stiamo continuando a cercare collaboratori che ci aiutino -con un buon risultato al momento- con il nostro blog in varie rubriche e/o semplicemente in articoli, i quali saranno pagati in gloria eterna, ovvio che l’invito si estende a tutti. Scriveteci una mail o telefonateci per richiedere una collaborazione e ne parliamo.

Inoltre stiamo ultimando la stesura di un libro, ormai pronto, che parlerà ovviamente di politica, anzi più precisamente di campagna elettorale e come provare a vincerla e casca proprio a pennello visto le incombenti elezioni.

Dunque fatta questa lunga premessa torniamo a bomba.

La notizia su cui vogliamo soffermarci sono le benedette telecamere a Santa Maria a Vico.

Molte volte per non dire sempre abbiamo scritto in maniera favorevole a questo strumento di sorveglianza, sebbene lo scopo primario sia quello di contrastare il fenomeno abbandono dei rifiuti, mentre noi avevamo preferito telecamere che sorveglino il territorio tra cui strade e piazze principali.

Saranno solo 16 anche se si prevede un incremento fino a 50 nei prossimi mesi. Dove siano ubicate non lo sappiamo né ci pare venga fornita indicazione in merito.

Si tratta di telecamere in grado di leggere il numero di targa anche di notte, per questo motivo definite nel comunicato stampa “di ultima generazione”, è da anni in verità che esiste questa fantascientifichissima abilità telecameresca.

Come al solito sempre un po’ trionfalistici gli amministratori santamariani che riescono a ridurre in questo modo il gradimento delle cose buone fatte. Questa della videosorveglianza lo è certamente.

Anche il vice-sindaco Crisci strombazza che finalmente è stata rispettata la promessa nel primo consiglio comunale. Ci pare di ricordare che furono dette ben altre cose, ma non stiamo sempre lì a ricordare i punti e le virgole, come per il passaggio sulla tari che appunto un’aumento della differenziata porta una diminuzione del tributo. Vero, ma peccato che per quest’anno non ci pare vi sia stato. Come mai?

Comunque, a parte l’ironia, complimenti per questo inizio di videosorveglianza e ci piace pensare che il nostro pungolare sull’argomento abbia tenuto sempre desta l’attenzione.

Speriamo solo che tra qualche mese non rimangano solo i cartelli che avvisano della videosorveglianza in atto come avvenuto qualche annetto fa.


 

 

 

Annunci