SMAV: SENZA ACQUA E SENZA MOTIVO.

potabilizzazione_acqua_pozzo

L’ennesimo guasto dunque che ha interrotto l’erogazione idrica creando come è ovvio un fastidioso disagio. Diciamo che non è manco una novità, sono anni, per non dire decenni, che si vive con questa problematica e sembra che bisogna sorprendersi più quando l’acqua ci sta e non viceversa.

Non ci soffermiamo sulle cause anche perché non siamo tecnici e non ci interessa, ma quantomeno vogliamo sottolineare l’atteggiamento non solo dell’amministrazione comunale, ma pure dei cittadini.

Innanzitutto vi è stata una comunicazione, seppur con dei limiti, puntuale sull’andamento del guasto e su questione scuola e ritorno acqua. Abbiamo comunque trovato divertente che proprio sotto il post dell’ufficio comunicazione del comune che avvisava che le scuole sarebbero proseguite nella normalità più di un commento è stato: ma le scuole?

Abbiamo una parola sola per definirvi, ma ce la teniamo per noi.

Diciamo senza ombra di dubbio alcuno che l’amministrazione comunale è vittima dei disservizi evidenti del Consorzio Idrico, quindi paventare fantomatiche rivoluzioni presidiando il comune, non servono a niente.

Qui l’unico colpevole a nostro modo di vedere le cose è il Consorzio Idrico.

Quello che noi invece contestiamo all’amministrazione comunale è il mancato controllo.

Ci spieghiamo.

Ora su questo ennesimo guasto il comune di Santa Maria a Vico ha chiesto una relazione tecnica che stabilisca che tipo di guasto e che tipo di intervento vi è stato? I tecnici del comune, se esistono, hanno visionato l’andamento dei lavori? Possono dire che è stato svolto -vista l’emergenza- a regola d’arte?

Questo noi contestiamo.

E non basta dire -come ci aspettiamo- che tutte le spese per le riparazioni saranno a carico del Consorzio, in quanto ai cittadini che vanno a lavorare facendo lavori usuranti -ad esempio- è una spiegazione che non fa né caldo e né freddo. E non basta nemmeno dire che vi sono comuni dell’hinterland napoletano e forse casertano che non hanno acqua corrente per uno o più giorni la settimana … ai cittadini manco frega più di tanto, perché il mal comune mezzo gaudio non attacca con chi paga puntualmente le tasse e un servizio che vuole vedersi erogato.

Perché il guasto è evidente che sia qualcosa di imprevedibile, a quanti si è rotto un elettrodomestico la sera per la mattina senza alcun “preavviso”?

Il problema è che quando quella cosa si rompe una, due, tre … cento volte, la si cambia. Se non la si può cambiare vuol dire che si cambia il “meccanico” che viene a “ripararla” tutte le volte. Ci pare che in questo periodo tra Consorzio Idrico e Amministrazione le acque siano un bel po’ torbide. Con l’amministrazione -correggeteci se sbagliamo- intende abbandonare il consorzio cercando acque più tranquille, come gli abboccamenti tra comune e Abc tanto da far parlare di arrivo per le famiglie di Santa Maria dell’acqua del Serino.

Ai cittadini di Santa Maria noi possiamo solo dare un consiglio, monitorare l’azione amministrativa su questo problema, come? Partecipando ai consigli comunali quando vi è questo ordine del giorno. Non si può intervenire, non si può discutere, ma si è informati e alla fonte, e un cittadino ben informato è un cittadino che poi sa come comportarsi al  momento di esprimere il proprio consenso elettorale.

Ora siamo a un anno dalle elezioni comunali di Santa Maria e già notiamo Cassandre muoversi in gruppi Fb più o meno ridicoli, lasciateli perdere, mai hanno risolto un problema e mai lo faranno, non per cattiveria, ma per incapacità.


 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...