SMAV: CRISCI CI RISPONDE E NOI PURE

boxing

A quanto pare la nostra richiesta di dimissioni, o quantomeno di restituzione della delega all’ambiente, ha portato il nostro vicesindaco Pasquale Crisci a risponderci.

Peccato che l’assessore non abbia ritenuto di rispondere direttamente sul nostro blog o in qualche gruppo Facebook iniziando così una sana discussione sul tema, ma abbia preferito scriverci sulla sua pagina Fb. E’ proprio vero che la classe non è acqua! (Nel caso la nostra battuta sull’acqua avesse creato dei malumori all’assessore per le recenti brutte figure sul tema, ci scusiamo per il disagio).

Ma non possiamo non rispondere visto che ci chiama in causa anche con una certa caduta di stile.

Cominciamo con questa frase: Molte persone e molti pseudo giornalisti che nonostante vivono a 1000 km da qui, tentano di sporcare con poca correttezza le attività del settore ambiente del nostro comune, che da sempre si contraddistingue ed è esempio per l’intera provincia.

In poco più di tre righi ci sono offese e arroganza come se non ci fosse un domani.

Rispondiamo senza scendere al becero livello dell’assessore ma bensì da par nostro.

Dunque a quanto pare per ammissione dello stesso assessore non sono poche le persone, molte, che criticano la mancata azione amministrativa per quanto riguarda il settore ambiente. Riguardo agli pseudo giornalisti qui è da capire se è un offesa a tutti coloro che fanno questo mestiere e quindi criticando e non allineati con l’assessore vengono offesi definendoli pseudo, oppure più probabile è un’offesa rivolta a noi anche perché poi aggiunge la discriminante, secondo la sua testolina, del vivere a 1000km da Santa Maria.

L’offesa sullo pseudo giornalista non ci tange anche perché mai abbiamo sostenuto di esserlo, noi siamo blogger e ci basta. Certo non manca chi ci definisce giornalista, in quanto noi scriviamo con cognizione e capacità come i giornalisti di un certo livello, ma sempre li abbiamo corretti in merito per quanto lusingati.

Riguardo ai 1000km sono esattamente 1593km. Viviamo a Parigi per scelta, non per mancanza di lavoro sia chiaro, proprio per scelta di vita. Non e’ manco un mistero. Ciò non toglie che Santa Maria a Vico e la Valle di Suessola noi ci siamo cresciuti e pasciuti per 40anni e non permettiamo a nessuno di mettere in dubbio il nostro amore incondizionato per la nostra Valle e per Santa Maria più in particolare. Ci stupisce la miopia dell’assessore che pur vivendo a km 0 dalle problematiche locali non riesce a vederle. Per noi sono chiarissime anche a questa distanza.

L’assessore ci accusa di sporcare con poca correttezza le attività del settore ambiente. Se criticare significa sporcare, caro assessore tiri un respiro profondo, si scorci le maniche e cominci a lavorare, noi non sporchiamo semmai critichiamo e ci capita anche di elogiare, lo stesso Pasquale Crisci è stato da noi considerato eccellente nell’organizzare i Grandi Eventi per esempio. Dove sarebbe la poca correttezza!? Non lo sappiamo, ma probabilmente non lo sa manco lui.

Ma entriamo più nello specifico. L’assessore afferma che sono anni che la percentuale di differenziata a Santa Maria non è mai stata inferiore al 75% e l’ultimo dato del 30 Giugno parla di una percentuali dell’80%!

Rimandiamo alla lettura del rapporto di Legambiente per l’anno 2017 -ultimo consultabile- https://legambiente.campania.it/campagne/comuni-ricicloni/

Si evince dalla lettura della tabella a pagina 37 è posizionato dietro a quello di Arienzo, quindi non è un esempio per la Valle figuriamoci per la provincia, infatti il comune di Santa Maria a Vico non ha vinto nessun premio speciale, ma il dato più importante è la percentuale di differenziata al 72,20%! Quindi l’assessore non è a conoscenza del dato della differenziata oppure ha detto una bugia. In entrambi i casi per noi basterebbe per chiederne le dimissioni, o si tratta di poca correttezza?

Anzi nel 2015 il dato delle differenziata era del 75%! Quindi da quando è assessore Pasquale Crisci abbiamo perso 3 punti. Si dimetta assessore!

Il dato dell’80% che spara il vicesindaco non può che farci piacere, ma chiediamo è un dato del comune oppure è stato certificato da un ente terzo tipo Mysir o equivalenti? E’ possibile visionarlo?

Apprendiamo che sul percorso Zero Waste siamo al punto 5 ovvero riduzione dei rifiuti: diffusione del compostaggio domestico, sostituzione delle stoviglie e bottiglie in plastica, utilizzo dell’acqua del rubinetto (più sana e controllata di quella in bottiglia), utilizzo dei pannolini lavabili, acquisto alla spina di latte, bevande, detergenti, prodotti alimentari, sostituzione degli shoppers in plastica con sporte riutilizzabili.

Noi viviamo a 1500km e passa, forse ci sono sfuggiti i distributori di latte, ci sarà sfuggita certamente l’usanza dei cittadini di bere acqua dal rubinetto e non comprarla o andare a prenderla negli altri comuni limitrofi, i pannolini lavabili, ecc. ecc. certo certo.

Da Parigi ci pare di vedere che siamo al punto 4 con un certa confusione sul punto 3 che riguarda il compostaggio, cui infatti avevamo posto delle domande che l’assessore si guarda bene dal rispondere, ma che riproponiamo: Quanti quintali di compost si stanno producendo? Doveva essere istituito l’albo dei compostatori a che punto stiamo?

Poi ancora l’assessore ci dice che vi sarà l‘isola ecologia, ottimo, ma dove di grazia?

Relazione Ifel a favore, assessore se lei si scusa per il disagio ogni due e tre invece di pubblicare relazioni di enti terzi a prescindere se positivi o meno non si può poi dire a noi di non averne tenuto conto.

Per quanto riguarda la tassa più bassa rimandiamo a questo nostro articolo in merito:

https://pungiglioneblog.com/2018/05/24/smav-tari-piu-bassa-della-provincia-manco-per-sogno/

Anche per queste bugie chiediamo che l’assessore si dimetta.

Addirittura la tassa sui rifiuti sparirà ci annuncia la sibilla Crisci. Quando? Anche noi siamo di quest’idea ma da qui a un secolo abbiamo difficoltà a vederla realizzata sta cosa. Che tempistiche ci sono? Quali sono le strategie che si stanno mettendo in campo per arrivare a questo splendido risultato? Oppure stiamo sparando l’ennesima!?

Però quando si risponde assessore si fa come abbiamo fatto noi punto per punto. Quindi riproponiamo queste domande:

Che fine ha fatto il Radio Frequency Identification?  Inoltre è possibile leggere un qualche verbale prodotto dall’Osservatorio Rifiuti Zero? Quando si comincerà a pagare per i kg di rifiuti effettivamente prodotti?

Assessore davvero, faccia quello che più le piace o più si sente portato, lasci stare la delega all’ambiente non è cosa sua. Si dimetta.

Ci scusiamo per il disagio,


 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...