SMAV CONSIGLIO COMUNALE PARTE II: DAL BILANCIO AL DIVIETO DI TRANSITO PER I MEZZI PESANTI.

consiglio_comunale

Continuiamo con il consiglio comunale che nella seconda parte scorre un po’ più velocemente tanto che i punti che riguardono gli adeguamenti oneri di urbanizzazione, relazione di Maurizio Masiello e i debiti fuori bilancio, relazione di Marcantonio Ferrara  vengono approvati dal consiglio senza troppa contestazione.

Vogliamo aprire una parentesi e ringraziare il presidente del consiglio Iadaresta, che sebbene con flebile voce, ci ha dato i risultati di ogni votazione. Ci pare giusto e doveroso che i cittadini sappiano come votano i propri rappresentanti, noi speriamo che sempre il presidente del consiglio, sensibile a questo problema fortunatamente, esorti chi fa lo streaming ad allargare l’inquadratura quando vi è l’atto del voto.

Interessante Bernardo riguardo il punto della variazione di bilancio, secondo il capogruppo di cambiare di si può manca nella variazione uno stralcio che verrà fatto dal governo nazionale di potenziali entrate che il comune rischia di perdere, sono importi che sono stati impegnati nella voce uscite e quindi mancheranno.

Ancora, il comune di Santa Maria a Vico si sta impegnando a pagare circa 400 mila euro per la bonifica delle fognature, ma cosa curiosa il comune pagherà gli importi pregressi fino al 2018 li finirà di pagare nel 2029!

Bernardo quindi ha chiesto un rinvio sull’approvazione del punto. Il segretario comunale sebbene chiamato in causa in maniera irrituale, in quanto in consiglio è solo verbalizzante al massimo si può chiedere un parare su regolamento e statuto, afferma che i soldi ci sono e il pagamento fino al 2019 è senza interessi. Bernardo giustamente non capisce, noi con lui, se il comune ha i soldi, perché allora non paghiamo!? Le risposte ci sono state sia del dirigente Morgillo e della segretaria, come pure dal delegato al bilancio, onestamente non l’abbiamo capiti, noi siamo all’antica se ci stanno i soldi e si hanno i debiti o si deve pagare un servizio lo si fa.

Interessante il punto 8 in pratica il consorzio di bacino ha chiesto al comune i soldi degli ultimi dieci anni di pregresso, in quanto mai al momento si era attivato, il comune nel corso degli anni mai aveva pagato, evidentemente sperando che il conto non arrivasse mai. Ebbene è giunto e si è addivenuti comunque a un accordo che si pagherà in meno rispetto a quello inizialmente chiesto dal consorzio di bacino ma è pur vero come ha sottolineato Di Cecco se si pagava in passato a prescindere dall’inattività del bacino non si dovevano pagare a oggi tutte quelle somme.

Il numero 9 che tratta di un regolamento ma non discusso prima nella relativa commissione viene saltato e il presidente del consiglio comunale Iadaresta si assume la responsabilità dell’errore di averlo inserito in consiglio. Quindi pure Iadaresta commette degli errori, a noi comunque non dispiace la modalità di conduzione del consiglio comunale fino ad ora, lo abbiamo visto permissivo e duro nei momenti giusti. Speriamo riesca a risolvere quel problema dell’art-20 dello statuto.

Ultimo punto, molto atteso è quello del divieto dei mezzi pesanti sulla nazionale con una ordinanza apposita. Inoltre il sindaco stesso ha parlato poter far istallare degli autovelox, arrivando anche a non incassare le somme e devolverle direttamente alla prefettura e di questo se ne parlerà al prossimo tavolo tecnico in prefettura proprio in questi giorni. Il sindaco ha chiesto, secondo noi in maniera corretta, il consenso e l’appoggio del consiglio comunale, che rappresenta la comunità. L’opposizione non ha fatto mancare il suo sostegno.

Ora noi pure siamo completamente in accordo con il sindaco per quanto riguarda i mezzi pesanti, e secondo noi si dovrebbe a questo punto intervenire anche sulla modifica della strada nazionale creando delle rotonde che metterebbero in difficoltà il passaggio dei mezzi pesanti e quindi sarebbero gioco-forza costretti a seguire naturalmente strade differenti. Sugli autovelox abbiamo le nostre perplessità in quanto se lo stronzo decide di andare a 200 km/h non c’è autovelox che tenga. Forse bisognerebbe trovare altre soluzioni e secondo noi, una potrebbe essere, paradossalmente, l’eliminazione totale dei semafori.

Comunque è lunga e fuori luogo spiegarla adesso, magari sarà argomento per una prossima pungiglionata.

Inutile dire che il punto passa all’unanimità.


 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...