ITALIA: SI STA COME NELLA CASA DALLE FINESTRE CHE RIDONO.

la-casa-dalle-finestre-che-ridono2.jpg

E’ bello … bello … bellissimo. Tutti i governanti e amministratori sognano un popolo come quello italiano di questi giorni. Siamo nel peggior tafazismo possibile.

Tafazi almeno quando si colpiva le palle aveva un sospensorio, qui lo stiamo facendo senza e ci piace da matti.

Le agenzie di rating declassano ancora il nostro paese e siamo a un passo dalla “spazzatura” cioè il momento nel quale saremmo come la Grecia di un paio di anni fa con fila di persone ai bancomat ma senza possibilità di prelevare, giusto per citare uno solo dei drammi che visse quel paese.

Per venire incontro ai deficienti che purtroppo ci leggono senza imparare nulla: le agenzie di rating non decidono nulla ma danno un suggerimento su come e dove investire i soldi. Certo possono anche sbagliare, sono infondo calcoli e ragionamenti, ma fatti da essere umani. Un po’ come quando si va a fare una scommessa su una partita di calcio mettiamo Brasile-Scafatese ovvio che il Brasile avrà una quota per la vittoria mettiamo 1.02 mentre la Scafatese a 100. Chi è che scommetterà sulla Scafatese? L’italia è la Scafatese dell’esempio.

Per la serie che un governo composto da pericolosi pagliacci spunta la “manina” 2.0. Era già apparsa durante la stesura del decreto pro-disoccupazione definito di dignità, ci si ricorderà certamente del casino che tenne banco per una settimana circa che non riproponiamo per disgusto.

Ora ritorna. Il povero Di Maio che, non sa leggere una mail cosa possa mai capire di ciò che c’è scritto in un decreto, si accorge dopo numerose proteste della base grillina che il condono, chiamiamolo con il suo nome -un salva-evasori- è in pratica tutto ma proprio tutto che marcia contro l’onestà tanto decantata ad mentula canis in questi anni. Ovviamente Di Maio non può dire scusate, siccome sono un emerito … quindi esce fuori il classico dei classici: il complotto.

Ora non stiamo a qui a dire quanto sia stato ridicolo ad andare in tv per denunciare la cosa o che sarebbe andato in procura a denunciare e tutte le scemenze varie che sono buone per i suoi tifosi. Nemmeno ci soffermiamo sul trollaggio del Presidente della Repubblica che istituzionalmente lo canzona dicendo che nessun testo è arrivato sul suo tavolo. In pratica gli da dell’incompetente che nemmeno conosce quale sia l’iter di una legge.

Rimane il salva-evasori grandi e piccoli, e meno male che i grillini dovevano portare l’onestà in parlamento e nel paese! Addirittura lo Stato italiano pare, sempre che qualcuno non se ne accorga e spunti quindi una nuova manina, lo Stato risarcirà le case distrutte o danneggiate che erano abusive. Olè!

Ovviamente Grillo parla dei poteri del Presidente della Repubblica, poteri che sono scritti nella Costituzione più bella del mondo, che non va modificata – a detta loro eh. Trattasi di ovvio gioco del prestigiatore, si parla di una cosa senza senso, per non parlare di condoni e della illegalità che pare sia ritornata di moda anche con i pentastellati.

Cosa potevamo aspettarci di diverso da chi regala posti di lavoro ad amici e cumpari del suo paesello strapagati senza tenere né arte né parte!? L’attuale premier, quello con il curriculum con più pagine di “Guerra e Pace” che vince i concorsi dove sta il suo mentore e maestro è lo specchio perfetto di questo governo.

Ah beh ma noi rosichiamo. Certo come no!? Infatti la politica si è trasformata in un campionato di calcio con opposte tifoserie, mica si guardano ai dati oggettivi, no quando mai, qui guardiamo ai cori, agli striscioni, Forza Capitano, alle curve, agli ultras, il Pd in serie B anzi deve sparire proprio. Siamo ridotti a questo. I tecnici dei ministeri che sono coloro che hanno vinto concorsi difficili e che sono una continuità nelle istituzioni repubblicane sono divenuti dei nemici e si devono guardare con sospetto, il Presidente della Repubblica organo di unità e garanzia ora è divenuto una funzione al limite della tirannia. Stiamo messi male e ci piace da morire.

E non c’è soluzione per salvarci. Le agenzie di rating ci declassano? Si ride!

La banca d’Italia fa una previsione negativa? Si candidi e vediamo quanti voi prende?

Se domani l’Istat dovesse certificare il calo dell’occupazione o qualche altro parametro in negativo, quanto ci metteranno a definire l’istituto di statistica comunista!?

Una volta si diceva: piove governo ladro. Oggi si deve dire: piove maledetto pd!

Questo governo ci sta sacrificando.

BUONA CATASTROFE.


 

 

 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...