ITALIA: SETTIMANA DIFFICILE PER IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DE FACTO SALVINI

SALVINI PDC

Settimana difficile per il governo Salvini, abbiate pazienza ma come dissero 1300 anni fa circa Pipino il breve e papa Zaccaria il potere è di chi lo esercita effettivamente non in chi lo detiene formalmente.

Dopo il dramma di Genova e la macabra passerella durante il funerale delle vittime, il governo Salvini è passato a dimenticarsi degli italiani (dove sono le case per gli sfollati? il 70% ne attende ancora una. Qual è il piano per ricostruire il ponte? Quali le iniziative ufficiali non le chiacchiere su Autostrade?) per ricordarsi dei migranti.

Il governo fa la voce grossa contro una nave di disperati della Guardia Costiera e se non fosse il caso delle nave Diciotti disperato e inumano ci sarebbe pure da ridere che pare siamo in presenza di un classico film commedia all’italiana.

Infatti, il presidente del consiglio de facto Salvini compie un’operazione che ha dell’incredibile: in pratica sequestra una nave della guardia costiera in un porto italiano!

Farebbe già ridere così: in pratica lo Stato italiano sequestra passeggeri, equipaggio di una propria nave!  Non si tratta di una nave Ong ma proprio di una nave dello stato italiano.

Ma l’assurdo non finisce qui. La guardia costiera è inquadrata funzionalmente e organizzativamente nell’ambito del ministero dei trasporti e infrastrutture. E chi è il ministro dei trasporti e delle infrastrutture? Ma ovvio, Lui! Il sempre concentrato Tonienelli. Il quale fottendosene altamente delle domande che tutti si pongono su come eliminare le macerie, sulla ricostruzione … fottendosene altamente del ruolo del Parlamento, infatti era stato convocato per riferire nella “casa degli italiani” ai rappresentanti del popolo italiano sui fatti di Genova … il nostro concentrato ministro se ne va al mare. Almeno però ha l’accortezza di farsi le fotine con il cappellino della guardia costiera e comunque segue il tutto attaccato al telefono. Quindi il ministro Toninelli non solo non si sta occupando di Genova, non solo non si sta occupando della Diciotti, non solo si sta facendo mettere i piedi in testa da un suo collega agli interni, ma sta passando pure delle vacanze di merda!

Ma la sagra dell’assurdo non finisce mica qui!? Infatti il divieto di sbarco dei 177 disgraziati, viene impedito non certo con un atto ufficiale ma bensì attraverso i social! E il povero comandante della nave non c’ha capito più nulla: prima gli dicono di intervenire e salvare questi migranti, poi gli dicono di attraccare in un porto, e poi gli dicono di non far scendere nessuno.

Ora siccome la guardia costiera appartiene allo Stato quindi una nave che batte bandiera italiana è un po’ come un pezzo di territorio italiano che galleggia. Ciò significa che le leggi che vigono su quella nave sono quelle italiane, costituzione compresa. La costituzione parla chiaro e cioè che nessuno può essere limitato nella sua libertà senza un intervento della magistratura. Siccome appunto la libertà degli individui migranti e italiani sulla nave è bloccata senza l’intervento della magistratura, la stessa è intervenuta aprendo un fascicolo contro ignoti. Giustamente il presidente del consiglio de facto Salvini dice alla magistratura di non perdere tempo, che è lui da indagare. Viene indagato.

Mettiamoci che i terroni del Napoli hanno battuto il suo Milan in rimonta e la settimana horribilis è compiuta!

La sagra delle scemenze non è mica finita. Questo governo ha sempre una qualche sorpresa per ricordarti di quanto sia ridicolo.

Appena qualche settimana fa, sempre sul caso migranti il pupazzetto Conte esultava per i risultati che l’Italia stava ottenendo e che finalmente ci stavamo facendo rispettare. Quali erano questi risultati? La famosa cabina di regia che avrebbe vagliato i casi più difficili dei migranti in arrivo e l’accoglienza su base volontaria degli stati. Effettivamente viene stabilito un incontro a livello europeo per valutare la vicenda, ma salta il tavolo per la mancanza di alcuni stati. Chi era presente? I nostri attuali nemici -secondo il presidente Salvini- e cioè Francia e Germania, chi era assente? I nostri attuali amici -secondo il presidente Salvini- come Ungheria e Polonia che ancora una volta ce lo mettono in quel posto. Il pupazzetto Conte tuona: ne trarremo le conseguenze! Sì infatti che questo governo conta quanto il 2 di briscola.

E chi ti risolve la situazione dei migranti della Diciotti? L‘Irlanda decide appunto su base volontaria di prenderne 20, l’Albania che non fa parte dell’unione europea ma per riconoscenza allo stato italiano per l’accoglienza dei propri cittadini, quando ne sbarcavano ventimila al giorno, altri 20, il resto papa Francesco uno che il vangelo e il rosario non lo porta solo in tasca ma lo vive tutti i giorni.

Intanto però il governo urla prima gli italiani, ma non si capisce rispetto a chi, non vi sono leggi presentate, quei pochi decreti come quello di Di Maio sul lavoro ha già creato smobilitazione dei lavoratori a fine contratto determinato e quindi portato disoccupazione, di che livello lo vedremo. Il Parlamento è fermo un po’ per ferie un po’ per mancanza proprio di materiale per lavorare. Intanto il debito aumenta, l’iva pare aumenterà per volere di questo governo, l’Ilva sta andando a meretrici, gli sfollati di Genova sono al loro destino, gli investitori esteri se ne stann fujenne …

Buona Catastrofe.


termotecnica

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...