nanosecondo

Purtroppo continuiamo a non capire come sia possibile che un comune come quello di Santa Maria a Vico sempre attento a tutti i finanziamenti possibili e immaginabili certe volte si perde in un bicchier d’acqua.

Andiamo in ordine cronologico così ci capiamo:

12 Giugno 2018 la Giunta Regionale della Campania ha deliberato e approvato le direttive per il “Programma regionale di eventi per la promozione turistica e la valorizzazione culturale dei territori. Periodo giugno 2018-giugno 2019 e Progetti Strategici”.

21 giugno 2018 Il decreto dirigenziale n. 7  della UOD 04 Direzione Generale per le Politiche Culturali e il Turismo, è stato approvato il suddetto Avviso Pubblico, con annessi allegati, in cui sono specificati i destinatari della procedura selettiva, e le modalità per la presentazione delle istanze di finanziamento.

Il 4 Luglio vengono pubblicate le FAQ relative all’avviso.

I plichi sigillati devono pervenire fisicamente negli uffici della regione entro e non oltre le 13:00 del 18 Luglio 2018.

Fin qui tutto bene.

La giunta comunale di Santa Maria si riunisce il giorno 17 Luglio per prendere atto dell’avviso pubblico del 12 giugno e di nominare il dirigente cultura responsabile del procedimento.

La cosa che fa anche un po’ sorridere è che la giunta si è riunita alle 17:00!

Quindi il dirigente responsabile del procedimento ha avuto in pratica una manciata di ore per l’individuazione delle personalità tecniche in grado di attivare e gestire il bando.

Tutto questo per ottenere dei finanziamenti -parliamo di un 25.000€- per gli eventi culturali inerenti al ciclo di eventi “SANTA MARIA A VICO TRA CULTURA, STORIA E FOLKLORE”.

Perché con tante riunioni di giunta avute in Giugno-Luglio ci si è ridotto proprio all’ultimo secondo?

Oggi ne abbiamo 27, possiamo sapere se è arrivato in tempo il plico con tutto l’ambaradan?

Nel caso che il finanziamento non dovesse essere recepito l’evento di cui sopra è a rischio?

Possibile che l’amministrazione fosse già edotta del finanziamento e si sia mossa per tempo e la riunione di giunta fosse solo una formalità, ma perché ridursi sempre all’ultimo momento quando per qualsiasi imprevisto poteva saltare tutto?

Speriamo nelle risposte possibilmente esaustive.

delibera giunta 17.07.18