ARIENZO: LE NOSTRE CONSIDERAZIONI SULLA RISPOSTA DEL SINDACO AGLI OPERATORI ECOLOGICI

davide_guida

Vogliamo ritornare sulla questione degli operatori ecologici di Arienzo in quanto dopo il nostro articolo di ieri in cui denunciavamo una situazione di forte difficoltà economica e lavorativa di questi uomini al servizio dei cittadini che è arrivata poi la risposta articolata in più punti del sindaco Davide Guida. 

Una risposta che però non abbiamo trovato esaustiva del problema anzi ha posto altre domande ancora secondo noi.

Riprendiamo il comunicato e lo analizziamo punto per punto.

1. è vero che il comune deve pagare 2 mesi alla ditta esecutrice, ma il pagamento alla stessa è stato bloccato dall’Agenzia delle Entrate Riscossione per pendenze della ditta; quindi il comune non è responsabile del mancato pagamento degli stipendi agli addetti alla raccolta, che, tra l’altro, a seguito del passaggio di cantiere successivo all’aggiudicazione, sono a tutti gli effetti dipendenti dell’Ambiente e Servizi;

E quindi? Questa è la domanda che ci si pone. Perché questi lavoratori purtroppo come tutti i lavoratori hanno il vizio di mangiare due o anche tre volte al giorno, un vizio brutto che spesso coinvolge anche gli stretti familiari. Per non parlare poi delle tasse che vanno pagate per i servizi che costoro usufruiscono. Tasse nazionali e comunali. Se poi l’azienda ha dei problemi con l’agenzia delle entrate non è forse indice di un’azienda poco sicura nel senso di non assicurare quei servizi previsti dal capitolato d’appalto? Ora è vero che quei lavoratori sono dipendenti dell’azienda, ma lavorano per Arienzo, alcuni sono cittadini di questo comune, li lasciamo al loro destino?

2. attrezzature di lavoro, vestiario, mezzi idonei, lavaggio dei mezzi e strutture per bisogni fisiologici ed altro devono essere forniti ai dipendenti dalla ditta incaricata, come previsto dal Capitolato Speciale d’Appalto della gara espletata dalla Stazione Unica Appaltante della Prefettura;

Non ci pare che gli operatori ecologici vogliano tutta sta roba dal comune, ma quanto meno che vi sia questa roba, perché come giustamente ha detto il sindaco sono tutte cose che servono per espletare al meglio il servizio per il cittadino. Le deve fornire la ditta, bene, ma se la ditta non le fornisce per ragioni che non sappiamo, ma evidentemente non le fornisce ste cose, che si fa? Il lavaggio dei mezzi per esempio, se non viene fatto regolarmente può essere pericoloso a lungo andare per la salute degli stessi operatori. Questi stanno lavorando in condizioni non ottimali sia chiaro, se l’azienda non fa qualcosa, non si può dire: a noi comune che c’è frega! Andrebbe chiarito il motivo di questi problemi, perché questi lavoratori lavorano per i cittadini di Arienzo.

3. Ambiente e Servizi, negli ultimi mesi, ha subito diverse penali da parte dell’UTC e altre gli saranno computate, nuovamente, nei prossimi giorni per la mancanza di servizi, come spazzatrice meccanica, taglio del verde pubblico, forniture delle buste per la raccolta, ecc.;

Speriamo che nell’ecc. vi sia pure la mancanza degli stipendi e le non ideali condizioni di lavoro degli operatori ecologici e le loro condizioni lavorative.

4. in passato il Sindaco, si è preso anche la responsabilità, di applicare i poteri sostitutivi, previsti dal Capitolato Speciale d’Appalto, nei confronti di Ambiente e Servizi per pagare direttamente gli addetti alla raccolta, comprendendo le loro problematiche;

Encomiabile, bravo, ma adesso perché non fare la stessa cosa? Sono due mesi di stipendio si potrebbe mettere mano adesso prima che diventino eventualmente tre o quattro o cinque.

5. viste le continue inadempienze della ditta incaricata l’UTC ha già attivato la procedura di revoca del servizio in danno;

Questa ci pare una buona notizia a questo punto e forse un consiglio spassionato fare più attenzione quando si fanno i capitolati d’appalto e si espleta la gara perché non è che un’azienda che sia in white list sia una buona azienda per quel particolare comune dove va ad operare. Vorremo giusto per curiosità sapere in che data è stata attivata la procedura di revoca del servizio.

6. dato che è stato interrotto un pubblico servizio ed è stato creato un problema igienico-sanitario in paese, i responsabili saranno denunciati alle autorità competenti.
Infine, si informa la cittadinanza che il Sindaco ha firmato un’ordinanza ad un’altra ditta, con decurtazione ad Ambiente e Servizi, per la rimozione dei rifiuti e entro questa sera tutte le aree saranno ripulite dai rifiuti non raccolti.

Noi ci auguriamo che tra i responsabili non rientrino gli operatori ecologici i quali finirebbero oltre che cornuti pure mazziati e ci pare troppo e soprattutto sia tutelato il loro posto di lavoro. Siamo certi che il sindaco sia sensibile a questo aspetto non fosse altro per avere aperto i suoi comizi con le musiche di Guccini.


 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...