banca

Una brutta notizia quella che ci è arrivata: Santa Maria a Vico a breve l’ennesima banca presente sul territorio chiuderà i battenti probabilmente ai primi di Aprile. Si tratta della Banca di Credito Popolare.

Non solo significa che il territorio è più povero evidentemente ma anche che si perderanno -forse- dei posti di lavoro.

Per chi ha un conto cambia poco, ci si sposta on line, ma per chi ha bisogno di chiedere un prestito si fa dura, anche perché questa è un operazione che va fatta con la presenza fisica di una banca. In questo caso le operazioni saranno molto più difficili.

Bisognerà recarsi a Maddaloni visto che tutti i conti verranno spostati lì.

E’ incredibile come in poco meno di cinque anni  sono andate via il Monte Paschi di Siena, il Banco di Napoli, ora come detto il Banco di Credito Popolare, rimane solo -chissà per quanto- il Banco Popolare di Novara. 

Forse qualcuno è pure contento.

In questi ultimi anni le banche sono state dipinte come una specie di succursale del demonio dedita a succhiare sangue a poveri risparmiatori. In verità le banche svolgono una importante funzione, tra le altre appunto quella più intuitiva di prestare e ricevere denaro, e già qui ci pare che avere filiali sul territorio è un indice che quel territorio appunto è economicamente in salute.

Non sappiamo se i politici locali ne sono a conoscenza di questo e quale sia la loro reazione, ma di certo le cose non stanno andando per il meglio.


Facebook: https://www.facebook.com/pungiglioneblog/


hakuna matata
genesisVia G.De Falco 94 Caserta info: 0823-355325
Annunci