SMAV AMARCORD: SI RIPESCANO PROGETTI DI OLTRE 10 ANNI FA!

Amarcord.jpg

Ci sono cose che non riusciamo a capire e sarà certamente colpa nostra.

Ci riferiamo all’approvazione del progetto esecutivo per il potenziamento della rete idrica.

Nessuno per carità mette in dubbio la necessità di tali lavori per ovvie ragioni che non stiamo neanche ad elencare. Ma non riusciamo a comprendere un certo tipo di tempistica e di informazioni.

Ci spieghiamo subito.

La giunta odierna ha ripreso un progetto del 2006! 

Infatti correva l’anno 2004 e sindaco all’epoca era Domenico Nuzzo, la giunta dell’epoca approva lo studio di fattibilità per il potenziamento della rete idrica adottato per le mutate esigenze abitative e per la perdita di acqua. L’importo era di 6 milioni e poco più. 

Nel Settembre dello stesso anno si affida la progettazione all’ing. Filippo Venditti.

Poi c’è un passaggio strano e cioè: nel 19.04.2005 viene ottenuto il Certificato di Esito Positivo dello Studio di Fattibilità del progetto di “RAZIONALIZZAZIONE E COMPLETAMENTO DEL SISTEMA IDRICO COMUNALE” dal Nucleo di Valutazione e Verifica degli Investimenti Pubblici della Regione Campania riunitosi in data 26.07.2005 ai fini dell’accesso al fondo rotativo per la progettualità ex L. 549/95.

Se questo nucleo ecc. ecc. si riunisce in Luglio 2005 come fa a dare il certificato che serve in Aprile?

Proseguiamo.

Nel 2006 in Marzo si conferiva l’incarico per la redazione della progettazione preliminare all’ing. Venditti, ma sta cosa non era già stata fatta un anno e mezzo prima?

Comunque l’ing. Venditti in un paio di mesi presenta questo progetto alla giunta dell’epoca che lo approva. In pratica è questo uno degli ultimi atti dell’amministrazione Nuzzo.

Dopo di che il nulla.

Dodici anni dopo, l’attuale giunta trova nel cassetto questo progetto, soffia sopra i chili di polvere e intende adottarlo ovviamente sistemarlo alla bisogna attuale per partecipare ai finanziamenti regionali per il contenimento dei consumi idrici.

La cosa strana e che il progetto definitivo redatto dall’arch. De Lucia riporta in pratica gli stessi importi di 12 anni fa e cioè 6 milioni e poco più!

Come è possibile?

Ancora: cosa è successo a quel progetto di Venditti? Perché è stato abbandonato? Forse non era finanziabile, forse non era buono, forse era sbagliato? Possibile che venga ripreso un qualcosa che magari funzionava 12 anni fa per le problematiche attuali?

Il comune di Santa Maria a Vico ci pare abbia subito un profondo mutamento in questi 12 anni, con purtroppo nascite di case su case, quartieri su quartieri senza per nulla tener conto delle problematiche idriche e di consumazione del suolo. Cioè non è che un comune che cresce significa che sta bene in salute, bisognerebbe essere in grado di fermarsi e gestire ciò che c’è in meglio. Ma questo è un altro discorso.

Ci farebbe piacere avere delle risposte in merito, e dobbiamo dire che in genere le otteniamo dai rappresentanti del comune di Santa Maria. Speriamo che sia così anche stavolta.

Così giusto per la trasparenza.


Facebook: https://www.facebook.com/pungiglioneblog/


hakuna matata

genesisVia G.De Falco 94 Caserta info: 0823-355325

 

 

 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...