SMAV: CONSIGLIO COMUNALE IN DIRETTA STREAMING. SEGUI LE NOSTRE OPINIONI LIVE

consiglio comunale iniziato con tanto di streaming, stavamo disperando di vederlo visto che sul canale youtube non vedevamo prove tecniche. L’audio fa un po’ schifo va a tratti, ma è già tanto può darsi che venga migliorato. Ci siamo persi per questo motivo le comunicazioni del sindaco.

1.Bernardo annuncia il passaggio in Forza Italia e annuncia la nascita di tale gruppo in consiglio comunale. Problemi a quanto pare, va interpretato  il regolamento che non consente la nascita di un gruppo con meno di due consiglieri. Viene disposto un’approfondimento sull’argomento. Quindi al momento Bernardo rimane capogruppo di Cambiare si può ed è da decidere se passa nel misto oppure si crea un gruppo ex novo. C’è anche un problema su Ad Maiora, visto che è stato chiesto da Moniello una ricognizione di quanti gruppi vi sono in consiglio. Iadaresta ci pare in maniera brillante espone una soluzione per Bernardo che si tratta di un cambio di denominazione, per Ad Maiora, Iadaresta invece pone l’accento sul fatto che il regolamento parla di costituzione sul fatto che ne devono essere due, quindi se poi uno lascia, secondo Iadaresta, il gruppo rimane cristallizzato.

Anche Masiello interviene, ma purtroppo il video si interrompe, peccato l’audio funzionava bene.

E’ ripreso lo streaming. Stiamo sempre sullo stesso punto. Pensare che lo avevamo detto in passato che questo punto del regolamento era contra legem se ne stanno accorgendo ora.

Michele Nuzzo prende la parola che ci pare interessante, la ratio secondo Nuzzo nello stilare l’art.20 del regolamento era evitare che ogni cosigliere facesse un gruppo a sé.

Niente finisce così si ridiscuterà probabilmente in una capigruppo con possibile cambio di regolamento.

Passiamo alle mozioni.

2.Prima mozione il senso unico di via Grottale illustro Di Cecco. In pratica si chiede di cambiare il senso unico per quella strada e tornare all’antico.

Risponde l’assessore Anna Cioffi che ritiene che il senso di marcia attuale limita il traffico quindi la mozione non può essere presa in considerazione in quanto non si può solo ritenere il cambio di una strada, ma va inserito in un contesto più ampio. Inizio Gennaio verra comunque posto una qualche soluzione in merito, anche in termini di inversione ma in via sperimentale.

Carmine De Lucia interviene, chiedendo comunque un voto chiedendo una sperimentazione di un piano di mesi.

Interviene l’assessore De Lucia, oggi è vivace, abitante di via Grottale, che dice di aver riscontrato delle criticità dei disagi, il problema è una questione di sicurezza nell’accedere in nazionale ci pare di capire per questione di visibilità che c’è sempre un auto o un furgoncino che ostruisce la visuale. C’è anche una fermata dell’autobus è in certi casi ci sono tanti di quegli studenti che pure ostruiscono la visuale. A Gennaio quindi ribadisce che il senso verrà invertito.

La mozione viene riformulata in modo da poter essere votata dal consiglio. La mozione passa all’unanimità.

3. Seconda mozione una strada di via Appia che non ha ancora un nome. Mozione di Pina Sgambato e Giancarlo Bernardo, si chiede una denominazione e una numerazione civica adeguata del vicolo via Appia 64.

Risponde ancora Anna Cioffi, ricorda che il problema riguarda anche altre zone e quindi si vuole fare una ricognizione e nel caso quindi dare un toponimo ufficioso. Comunque si è favorevoli alla mozione. Anche il sindaco  è intervenuto promettendo che nel prossimo consiglio comunale si attiverà una procedura per dare il nome a queste strade. Il sindaco ha pure annunciato che il prossimo consiglio sarà in dicembre. Mozione seppur leggermente modificata passa all’unanimità.

4. Mozione Giancarlo Bernardo sul caregiver (sperando di averlo scritto bene) in pratica sono persone che si occupano della persone in difficoltà e si chiede che nel prossimo consiglio comunale questa figura venga presa in considerazione. Veronica Biondo si è dichiarata assolutamente favorevole.

5. Interrogazioni. Di Cecco un bel po’ articolato si parla di casa dell’acqua, risponde Crisci entro fine mese si arriverà a compimento anche questo. Ovviamente il vice parla di storia ringraziando Iglio per aver sempre pungolato l’amministrazione su questo tema dello streaming e il borgo degli innamorati operazione importante.

Di Cecco ha pure posto la questione della donazione dell’ex professionale al comune. Risponde il sindaco stesso dicendo che oramai è tutto fatto, gli atti sono ben definiti, giovedì 23, 11:30 al comune ci si augura che si arrivi alla stipula dell’atto. Si chiederà giovedì di stringere i tempi. Altra cosa sono inizi dei lavori, se non si è proprietari effettivi non si può cominciare nulla.

6. Interrogazione De Lucia sui consigli comunali che sono pochi, però ci siamo sbagliati pensavamo che la risposta l’avrebbe avuta nel 2018, siamo contenti. Risponde l’assessore Michele Nuzzo. Secondo Nuzzo è vero che vi sono pochi consigli comunali ma sono gli argomenti, una volta erano tanti ma solo per approvare variazioni di bilancio. Il presidente ha pure intervenuto dicendo che pure i consiglieri possono richiedere la convocazione. Eh lo sapevamo che lo avrebbe ricordato.
Non soddisfatto De Lucia che invita almeno ad attivare le commissioni.

7. Interrogazione Bernardo per la auto-nomina di città da parte dell’amministrazione di Santa Maria a Vico con tutte le conseguenze del caso come il rifare la segnaletica. Risponde Cioffi che ci informa che si intende avviare l’iter. Addirittura pare che nell’archivio di Napoli vi sono documenti che parlano di Santa Maria a Vico città ah però! Bernardo ovviamente non è soddisfatto perché la richiesta di iter è di questi giorni, quindi si attende un decreto.

8. Interrogazione Carmine De Lucia sulla piazzetta Ruoltoli e sulla raccolta rifiuti e precisamente sulle lagnanze dei lavoratori. Risponde il vice Crisci che in pratica scarica sull’azienda tutti i problemi che si possono verificare e i rapporti con i lavoratori sono questioni inerenti all’azienda. La politica secondo Crisci interviene solo se vi un problema amministrativo non per altro. Su piazzetta Rutolo vi sarà un bando a Novembre.

De Lucia nella sua risposta non è d’accordo sul passaggio di Crisci riguardante i lavoratori, in quanto secondo De Lucia è il comune che deve controllare sulla sicurezza, perché se succede qualcosa tutti pagano non solo la ditta.

9. Altra Interrogazione di Sgambato-Bernardo e poi anche De Lucia che riguardo acqua campania s.p.a. si tratta di una sentenza che vede soccombente il comune per un milione di euro e passa. Risponde Nuzzo che sul caso l’amministrazione si è attivata vi sarà un ricorso in Cassazione che vi siano fondati motivi che la sentenza d’appello che ha riformato la sentenza di primo grado che vedeva vincente il comune si ritiene che la stessa può essere cassata con rinvio.

10. Passiamo alla Variazione d’urgenza di bilancio 2017/2019. Relazione Michele Nuzzo assessore al bilancio. Si tratta di tutte questioni che riguardano gli eventi culturali che sono già stati programmati e che si svolgeranno anche nei prossimi mesi. Maggioranza a favore, opposizione astenuta.

11. Modifica bilancio previsionale. Vi sono alcune situazioni che l’assessore Nuzzo definisce di carattere fisiologico senza alcuna modifica sostanziale al bilancio, si tratta di un 50 mila euro.

Bernardo interviene in quanto vi sono piccoli importi che rientrano in spese fuori bilancio che vengono riconosciuti in ritardo quindi forse il fatto che si fanno pochi consigli è dannoso pure economicamente. Maggioranza favorevole opposizione contraria vi è pure un astenuto.

12. Convenzione o meglio recessione tra il comune di Santa Maria a Vico e comune di Apice riguardo il segretario comunale. Peccato non ci dispiaceva questo segretario, se poi lo confrontiamo con i suoi predecessori è oro proprio. Una serie di attestati di stima con applauso finale. Voto passa all’unanimità

13. Stazione unica appaltante, niente di che, una presa d’atto in pratica. fa

14. Prtocollo d’intesa per il paino di protezione civile, si tratta di partecipare a un bando e lo si può fare se ci si unisce con altri comuni che sono Arienzo e Forchia. Voto unanime.

15. Debiti fuori bilancio, si tratta di sentenze.

La chiudiamo qui in quanto la partita incombe e non ci pare vi sia nulla di interessante.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...